Collant, quando toglierli? La risposta degli stilisti all’eterno dilemma fashion


Ci hanno accompagnato per tutto l’inverno, in versione spessa e opaca per sfoggiare quella minigonna all’ultima moda senza correre il rischio di congelare, ma con i primi caldi il dilemma – fashion – è uno solo: quando togliere i collant? Il problema si pone soprattutto in tempi di clima incerto: se qualche giorno fa abbiamo osato la gamba nuda sotto il vestito primaverile prediletto, il prossimo week end si preannuncia più freddo e che ne sarà, quindi, dell’outfit che avevamo studiato per il brunch di domenica mattina?
Se per anni è passato il messaggio che per essere belle bisognava soffrire (il freddo, in questo caso) girando senza collants tutto l’anno malgrado gelo e intemperie adesso sembra che i diktat della moda siano di colpo diventati più tolleranti: basti pensare che il collant e il calzino corto vengono utilizzati, secondo gli ultimi trend anche con i sandali.«In base alle regole della vera eleganza i collant non andrebbero mai tolti – spiega lo stilista Roberto Prili di Rado – basti pensare al Giappone, dove li indossano tutto l’anno. Ovviamente da quando comincia a fare caldo, diciamo il mese di giugno, si può iniziare a uscire senza. In caso di calze color carne bisogna che il colore sia più naturale possibile: massimo un tono più scuro della pelle».

Per chi volesse osare un look meno classico, i trend del momento non fanno mancaer le alternative. «Il collant sta vivendo una nuova vita – spiega il couturier Luigi Maria Borbone – ormai viene considerato un accessorio vero e proprio, basti pensare a quelli decorati con gli Swaroski, che diventano parte integrante del look». Un deciso no, però, alla calza velata color carne: «Sono ammissibili solo i collant spessi, 30 denari per intenderci, oppure quelli decorati – sottolinea Borbone – altrimenti, meglio la gamba nuda. Tranne, ovviamente, in caso di matrimonio».

Come comportarsi quindi quando non fa né troppo caldo né troppo freddo? Un’alternativa valida e di tendenza sono le calze a rete, tornate di gran moda insieme al revival anni ’80: si indossano – addirittura – con i jeans. Per non andare troppo sull’estremo, sdrammatizzarle con un tacco basso.

Fonte: leggo.it/societa/